Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Esplora contenuti correlati

Consultazioni europee nuove

In questa pagina, le nuove consultazioni pubbliche promosse dalla Commissione europea - Rilevazione del mese di maggio 2024.

Per ogni consultazione è disponibile una scheda di sintesi, l'amministrazione capofila, il collegamento ('clicca qui') alla pagina della Commissione europea dove trovare altre informazioni e partecipare alla consultazione, il termine entro cui è possibile partecipare.  

Dogane, Mercato unico


  • Precursori di droghe - legislazione dell'UE (norme rivedute)
    La presente consultazione pubblica ha lo scopo di raccogliere pareri sui seguenti aspetti: il problema e la situazione attuale del mercato; le modalità per ridurre la disponibilità di precursori di droghe per la fabbricazione di droghe illecite; e i settori in cui ridurre gli oneri per gli operatori economici e le autorità nazionali competenti.

    - Amministrazione capofila: Ministero dell'Interno

    Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 10 luglio 2024 rispondendo al questionario online.

Economia, finanze e l'euro 


  • Strumento di sostegno tecnico - valutazione intermedia
    Scopo della consultazione è raccogliere elementi per rispondere alle domande di valutazione, colmando le pertinenti lacune in materia di conoscenze e convalidando i risultati preliminari. Le consultazioni dei portatori di interessi devono riguardare come minimo i cinque criteri di valutazione obbligatori (efficacia, efficienza, pertinenza, coerenza e valore aggiunto dell'UE).

    - Amministrazione capofila: Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale

    Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 10 giugno 2024 rispondendo al questionario online.

Energia, Azione per il clima


  • Requisiti di etichettatura energetica per i computer
    Progettazione ecocompatibile ed etichettatura energetica sono strumenti politici che favoriscono la concorrenza tra i fabbricanti e li incoraggiano a concepire prodotti che garantiscano una migliore efficienza energetica, in modo da aumentare sicurezza energetica e riduzione costi per consumatori e imprese. L'efficienza dei materiali – ottenuta attraverso una maggiore durabilità e affidabilità e una progettazione improntata alla riparabilità e riciclabilità – contribuisce alla transizione verso una economia più circolare. Circa 10 anni fa il Regolamento (UE) n.617/2013 ha definito le specifiche per la progettazione ecocompatibile di computer e server informatici. È stato modificato dal Regolamento (UE) 2019/424 relativo ai server, non rientranti più nello ambito di applicazione del precedente. Attualmente è in corso una revisione del regolamento sulla progettazione eco-compatibile: uno studio ha messo in evidenza la necessità di sviluppare un nuovo metodo di prova per la valutazione della efficienza energetica, di gestire adeguatamente le cause più comuni di guasto grave o rottura definitiva e di migliorare la durabilità del computer. Ora che è disponibile un metodo di prova adeguato, potrà essere introdotto un regolamento sulla etichettatura energetica che tenga conto in modo più efficace di tutti gli aspetti pertinenti ed è in corso una valutazione d'impatto. La presente consultazione è condotta nel contesto di queste attività di revisione legislativa.

    - Amministrazione capofila: Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza energetica

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 18 luglio 2024 rispondendo al questionario online

  • Specifiche per la progettazione ecocompatibile dei computer – riesame
    Progettazione ecocompatibile ed etichettatura energetica sono strumenti politici che favoriscono la concorrenza tra i fabbricanti e li incoraggiano a concepire prodotti che garantiscano una migliore efficienza energetica, in modo da aumentare sicurezza energetica e riduzione costi per consumatori e imprese. L'efficienza dei materiali – ottenuta attraverso una maggiore durabilità e affidabilità e una progettazione improntata alla riparabilità e riciclabilità – contribuisce alla transizione verso una economia più circolare. Circa 10 anni fa il Regolamento (UE) n.617/2013 ha definito le specifiche per la progettazione ecocompatibile di computer e server informatici. È stato modificato dal Regolamento (UE) 2019/424 relativo ai server, non rientranti più nello ambito di applicazione del precedente. Attualmente è in corso una revisione del regolamento sulla progettazione eco-compatibile: uno studio ha messo in evidenza la necessità di sviluppare un nuovo metodo di prova per la valutazione della efficienza energetica, di gestire adeguatamente le cause più comuni di guasto grave o rottura definitiva e di migliorare la durabilità del computer. Ora che è disponibile un metodo di prova adeguato, potrà essere introdotto un regolamento sulla etichettatura energetica che tenga conto in modo più efficace di tutti gli aspetti pertinenti ed è in corso una valutazione d'impatto. La presente consultazione è condotta nel contesto di queste attività di revisione legislativa.

    - Amministrazione capofila: Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza energetica

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 18 luglio 2024 rispondendo al questionario online

Giustizia e diritti fondamentali


  • Programmi per i diritti, l'uguaglianza, la cittadinanza e i valori (REC, EfC e CERV) - valutazione
    Scopo della consultazione è rafforzare la base di conoscenze per la valutazione raccogliendo i pareri di tutti i portatori di interessi per i programmi REC, EfC e CERV.
    - Programma (REC) Rights, Equality and Citizen-ship Programme - Diritti Uguaglianza e Cittadinanza, ha la finalità di contribuire ai futuri sviluppi di un’area dove l'uguaglianza e i diritti delle persone rispettano i principi sanciti dal Trattato sul Funzionamento UE.
    - Programma (EfC) Europe for Citizens - Europa per i cittadini sostiene le iniziative che rafforzano la memoria della storia europea recente e aumentano la partecipazione civica a livello dell'UE
    - Programma (CERV) Cittadini, uguaglianza, diritti e valori mira a proteggere e promuoverei i diritti e valori sanciti dai trattati UE e dalla Carta dei diritti fondamentali, in particolare sostenendo le organizzazioni della società civile attive a livello locale, regionale, nazionale e transnazionale.

    - Amministrazione capofila: Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 27 giugno rispondendo al questionario online

  • Programma Giustizia - valutazione finale del programma 2014-2020 e valutazione intermedia del programma 2021-2027 
    Scopo della consultazione è rafforzare la base di conoscenze per la valutazione raccogliendo i pareri di tutti i portatori di interessi per i programmi Giustizia. La valutazione esaminerà l'impatto a lungo termine e la sostenibilità del programma 2014-2020 e i risultati preliminari del programma successivo per il periodo 2021-2027. Analizzerà la coerenza, le sinergie con altri strumenti dell'UE e l'attuale pertinenza del programma in corso. Inoltre, terrà conto degli esiti della prima parte della valutazione finale del programma precedente, ultimata nel 2022.

    - Amministrazione capofila: Ministero della Giustizia

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 26 giugno 2024 rispondendo al questionario online 

Istruzione e formazione


  • Spazio europeo dell'istruzione - valutazione intermedia
    La valutazione esaminerà l'efficacia, efficienza, pertinenza, coerenza e valore aggiunto dell’UE della creazione dello spazio europeo dell'istruzione (SEE). Contribuirà al riesame, da parte del Consiglio, del quadro strategico per la cooperazione europea nel settore della istruzione e formazione verso il SEE e oltre (2021-2030). Il suo contenuto consentirà al Consiglio di riflettere sugli obiettivi a livello dell'UE, sulla struttura di governance e sui metodi di lavoro e di apportare gli adeguamenti necessari per il ciclo 2026-2030. Obiettivo dell’iniziativa è raccogliere informazioni e pareri dalle parti interessate per giungere a un giudizio misurato e basato su elementi concreti in merito ai progressi compiuti nella realizzazione dello spazio europeo dell'istruzione.

    - Amministrazione capofila: Ministero dell'Istruzione e del Merito

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 27 giugno 2024 rispondendo al questionario online

Mercato unico


  • Norme dell'UE sugli articoli pirotecnici - valutazione 

    La consultazione nell'ambito della presente valutazione mira a: a) convalidare i temi e le questioni oggetto della valutazione; b) raccogliere informazioni, dati ed esperienze sull'attuazione della direttiva sugli articoli pirotecnici;
    c) ottenere le opinioni e osservazioni dei portatori di interessi sulla misura in cui la direttiva ha raggiunto gli obiettivi stabiliti; d) raccogliere osservazioni sulla pertinenza della direttiva, tenendo conto degli sviluppi sociali.

    Ai fuochi d'artificio destinati ai consumatori e a tutti gli altri articoli pirotecnici si applicano le norme dell'UE (direttiva 2013/29/UE e direttiva di esecuzione 2014/58/UE). La direttiva ha lo scopo di garantire un livello elevato di protezione della salute umana e della sicurezza nonché l'efficace funzionamento del mercato unico dell'UE per gli articoli pirotecnici.

    L'iniziativa valuterà se le norme vigenti in materia di articoli pirotecnici sono ancora efficaci per il conseguimento di tali obiettivi.

    - Amministrazione capofila: Ministero dell'Interno

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 1^ luglio 2024 rispondendo al questionario online

 

  • Norme dell'UE sugli esplosivi per uso civile - valutazione
    La direttiva dell'UE sugli esplosivi civili e i relativi atti di esecuzione sulla tracciabilità degli esplosivi e sui documenti relativi al trasferimento di esplosivi all'interno dell'UE si applicano agli esplosivi per uso civile destinati a essere commercializzati. L'iniziativa valuterà se le norme dell'UE continuino a conseguire i loro obiettivi originari di garantire un elevato livello di sicurezza in caso di utilizzo di esplosivi per uso civile nonché il funzionamento efficace del mercato unico.

    - Amministrazione capofila: Ministero dell'Interno

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 1^ luglio 2024 rispondendo al questionario online

 

Trasporti


  • Trasporto per vie navigabili interne - norme UE intelligenti e flessibili in materia di equipaggio
    Al fine di garantire la sicurezza delle operazioni sulle vie navigabili interne, modernizzando nel contempo il settore e rendendolo attrattivo per le generazioni future, la definizione dei requisiti relativi all'equipaggio per il trasporto per vie navigabili interne a livello europeo richiederà un ampio processo di consultazione. Pertanto la raccolta di contributi, attraverso la consultazione pubblica e consultazioni più mirate, dovrebbe sostenere un'analisi equilibrata, solida e basata su dati concreti durante l'intero processo. Contribuirà alla qualità generale della valutazione d'impatto.

    - Amministrazione capofila: Ministero dell'Interno

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 15 luglio 2024 rispondendo al questionario online

Consultazioni pubbliche europee
Torna all'inizio del contenuto